Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-settings.php on line 472 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-settings.php on line 487 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-settings.php on line 494 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-settings.php on line 530 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-includes/cache.php on line 103 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-includes/query.php on line 21 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.selfproject.it/home/blog/wp-includes/theme.php on line 623 IUAV – Facoltà di design

Sul bordo dell’arte March 19th, 2011

Alla luce della teoria della nuvola i confini dell’arte nell’epoca della sua sdefinizione si fanno sempre più mutevoli e intangibili. Indagheremo questi bordi muovendoci tra le addensazioni interne all’arte e quelle che orbitano nei suoi dintorni.

>>view dedicated website

All art is conceptual October 1st, 2009

Le opere sono immagini di concetti e tutta l’arte è un infinito rizoma di eventi intelligenti, con complicazioni virologiche e memetiche.

>>view dedicated website

I Have a Dream October 2nd, 2008

Per secoli all’arte è stato demandato il compito di creare mondi fantastici e immaginari, oggi all’arte chiediamo di indicarci dove sta il Reale.

>>visit dedicated website

Teorie della documentalità nell’epoca delle tecnologie digitali October 28th, 2007

thumb
Ernesto L. Francalanci, Teorie della documentalità nell’epoca delle tecnologie digitali.
» Convegno
Teatro Miela, Trieste 28 ottobre 2007

    Relatori:

  • • Emiliano Bazzanella
  • • Maurizio Ferraris
  • • Ernesto L. Francalanci
  • • Giuseppe O. Longo
  • • Pier Aldo Rovatti
  • • Pierre Dalla Vigna

Art on demand October 4th, 2007


Il corso *Art on demand* intende offrire strumenti di conoscenza storici e critici su grandi questioni poste dagli studenti all’inizio dell’anno e riguardanti il rapporto storico tra le arti e le più gravi questioni del nostro tempo - la guerra, i conflitti, il razzismo, la metropoli, la scienza, la tecnica, la natura, la pornografia, il corpo e così via -, ed attendere, alla fine, le risposte che essi stessi saranno stati capaci di elaborare e di darsi.

Le lezioni avranno, quindi, una finalità maieutica: la levatrice si fermi al parto.

Al ben nato la responsabilità di farsi una ragione.

>>view dedicated website

Punti di vista - blog degli studenti Contrappunto.net October 1st, 2006

contrappunto1.jpg
Blog organizzato, gestito e costruito dagli studenti del corso universitario di Storia dell’Arte contemporanea “Punti di Vista”, tenuto alla Facoltà di Design dello IUAV da Ernesto Luciano Francalanci.

Punti di vista, a partire da quello degli studenti (contrappunti) intorno ai punti di vista dell’arte sul mondo (flussi), del mondo sull’arte (flessioni), dell’arte sull’arte (riflessi).

>>view dedicated website

Untitled October 1st, 2005

untitled

Untitled, senza titolo, vale a dire privo di un’etichetta definitiva e definitoria, indica la difficoltà di contenere in formula il superamento del tradizionale “corso” di storia dell’arte in un sistema intrecciato di percorsi di varie storie di differenti arti. Ogni lezione del corso è stata registrata in real time, non è stata ricontrollata (di fronte all’arte anche lo storico e il critico devono assumersi dei rischi) ed è ascoltabile on line.

>>view dedicated website

I Dieci Comandamenti October 1st, 2003

idc
Per comandamenti artistici non intendiamo imposizioni di carattere religioso ed etico, ma principi, regole, vincoli e misure, che appartengono geneticamente all’intera storia dell’arte, varianti di epoca in epoca e di cultura in cultura, che ritroviamo in ogni ambito creativo, con drammatici tradimenti e diplomatiche esclusioni (l’architettura e il design si contengono a fatica …).

>>view dedicated website

_esseri contemporanei October 1st, 2002

ec
Mentre studenti si preparano a diventare designer, altri giovani della stessa generazione si propongono come artisti.
Qualcosa di convergente sta manifestandosi in queste due dimensioni culturali dell’arte e del progetto: il designer sta sperimentando forme di radicalità inventiva e di complessità concettuale e semantica, muovendosi verso la filosofia e le arti, l’artista sta identificandosi come soggetto progettuale e comunicativo, anteponendo le sue opere alla pervasività dell’estetica diffusa e alla presupposta sparizione dell’arte.
Ambedue questi saperi, quello del progetto e quello dell’arte, cercano di ristabilire, in un mondo dominato dall’informazione, forme di relazione e di comunicazione più dirette tra i soggetti, in quanto “esseri contemporanei”, e tra questi, il loro ambiente e gli oggetti che vi convivono, usando qualsiasi strategia, anche dell’arte se necessario.
L’incontro tra promesse progettuali e la situazione di fatto di una parte esemplificativa della giovane produzione artistica italiana pone le basi di una conoscenza diretta della realtà più attuale dell’arte, nei suoi vari aspetti -fotografia, pittura, scultura, performance, produzioni video, moda, nuove tecnologie -a cui le stesse più grandi aziende industriali e produttive del nostro paese stanno guardando con sempre maggiore interesse.
A ciascuno studente viene chiesto di individuare l’artista - tra quelli presentati - che per qualche ragione anche generazionale sente maggiormente affine alla sua sensibilità, per giungere a stabilire con lui una comunicazione il più possibile personale per comprendere meglio il suo modo unico e originale di agire e interagire, per immagini, azioni e comportamenti, con il mondo in comune.

>>view dedicated website

comunicArti October 1st, 2001

comunicarti
Storia dei “mezzi di comunicazione”!
Questo corso d’insegnamento storico si presenta con un titolo già di per sé problematico.
Non “storia della comunicazione visiva”, ma storia delle comunicazioni visive: un plurale che dimostra la difficoltà, se non l’impossibilità, di ridurre il fenomeno della comunicazione visiva ad una sola vicenda, ad un solo fenomeno.
Non più, dunque, comunicazione visiva, ma tante modalità, modelli e funzioni del comunicare. Si presuppone, pertanto, che ad ogni specializzazione del comunicare visivamente, corrisponda una sua logica, una sua storia e una sua legge evolutiva.

>>view dedicated website

Il vecchio punto di accesso, design.iuav.it/~comuncarti, è stato disattivato dalla facoltà.